Stampa la pagina
banner
Il conto del Melograno
Fusione
Carta BCC
 

 



Giulio Cosentino nasce a Cittanova il 18 giugno 1924.
 
 
Lo spirito di sacrificio. La dedizione al lavoro. La forza d’animo. Giulio scopre molto presto il valore di questi principi. Rimasto orfano a soli 15 anni, prende le redini dell’attività di famiglia, per gestire lo studio di consulenza già avviato dal compianto padre.
 
Giulio è un giovane capace e intraprendente che ama la sua terra, si impegna in politica e crede nella possibilità di costruire un futuro migliore per tutti. E sa che questo è possibile solo se tutti lavorano insieme per costruirlo.
 
Da qui, all’incontro con la cooperazione di credito, il passo è breve. È il 1968. A 44 anni Giulio diventa Consigliere d’Amministrazione della Cassa Rurale ed Artigiana di Cittanova. Un incontro, questo, che segnerà la sua carriera e la sua vita.
 
Lavorare per il bene della comunità: questo è il filo conduttore che lega le numerose e diverse esperienze professionali, anche quelle extra bancarie, che hanno caratterizzato, a livello locale  e nazionale, la carriera di Giulio Cosentino. “Don Giulio” ha fatto il proprio dovere, e farlo, per lui, ha significato dare il meglio di sé. Sempre.
 
Nel 1988 viene eletto presidente del Consiglio d’amministrazione della Banca di Credito Cooperativo di Cittanova. Nello stesso anno, entra nel Consiglio di Amministrazione della Federazione Regionale Calabrese delle Banche di Credito Cooperativo. Qui ricoprirà incarichi di sempre maggior rilievo, fino ad essere designato, all’unanimità, alla presidenza della Federazione. È il 1998 e Giulio Cosentino declina l’incarico per non distrarsi dal lavoro quotidiano nella sua banca, a Cittanova. Questa è la banca della sua terra, fatta dalla sua gente.

Gli anni della sua presidenza sono caratterizzati dalla crescita e dal rafforzamento della banca, con l’apertura di ben sei filiali sul territorio. La banca cresce e investe per il bene della comunità. È vicina ai Soci e ai clienti, sostiene le imprese, dà una mano alle famiglie.
 
La banca c’è. E c’è per tutti. Il presidente Cosentino guida una squadra unita e efficiente, con determinazione, passione e cura quotidiana. E sarà così per sedici anni.
Nel 2004 a causa di un’improvvisa malattia, è costretto a lasciare l’incarico e, forzatamente, esce di scena. Giulio Cosentino verrà a mancare all’affetto dei suoi cari il 14 ottobre 2013.
 
In quasi quarant’anni di servizio, Giulio Cosentino ha segnato, con la sua firma unica e indelebile la storia della Banca di Credito Cooperativo e della comunità di Cittanova.

 

 
piedino
Privacy | Cookie Policy | Copyright BCC DI CITTANOVA SCRL - Via T.Campanella, 1
89022 - Cittanova (RC) / P. IVA 00087180808