Stampa la pagina
banner
Il conto del Melograno
Fusione
Carta BCC
 
07/12/2011
Nuove disposizioni sull'utilizzo del denaro contante, assegni, titoli e libretti al portatore

La informiamo che, con l’emanazione del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011, sono state apportate importanti modifiche alle disposizioni circa l’utilizzo di denaro contante, titoli al portatore, assegni e libretti al portatore, di cui all’articolo 49 del Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231.

In particolare, la soglia di 2.500 euro è stata abbassata a 1.000 euro. Pertanto, a partire dal 6 dicembre 2011:

  • è vietato il trasferimento tra soggetti diversi di denaro contante o di libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore di valore complessivamente pari o superiore a 1.000 euro;
  • l’indicazione della clausola di non trasferibilità e del nome o della ragione sociale del beneficiario è obbligatoria su tutti gli assegni bancari, postali e circolari d’importo pari o superiore a 1.000 euro;
  • il cliente può richiedere per iscritto il rilascio in forma libera di assegni circolari di importo inferiore ad euro 1.000 e di moduli di assegni bancari, utilizzabili senza clausola “non trasferibile” esclusivamente per importi inferiori a 1.000 euro;
  • il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore deve essere inferiore a 1.000 euro.
    I libretti di deposito bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore a 1.000 euro devono essere regolarizzati dal portatore entro il 31 dicembre 2011.


Restano invariate le altre disposizioni del D.Lgs. 231/07, tra cui quelle relative: 

  • alla possibilità di trasferire denaro contante, libretti al portatore e titoli al portatore di valore pari o superiore a 1.000 euro tramite Banche, Poste Italiane e istituti di moneta elettronica; 
  • alla necessità di comunicare alla Banca o a Poste Italiane i dati identificativi del cessionario di un libretto di deposito al portatore, la data di trasferimento e l’accettazione del cessionario; 
  • all’imposta di bollo di euro 1,50 sugli assegni liberi; 
  • agli assegni emessi all’ordine del traente.


Per qualsiasi ulteriore chiarimento La invitiamo a rivolgersi al personale della nostra Banca.

piedino
Privacy | Cookie Policy | Copyright BCC DI CITTANOVA SCRL - Via T.Campanella, 1
89022 - Cittanova (RC) / P. IVA 00087180808